Carmen Consoli e la “Taranta” salutano il 2016.Grande partecipazione di catanesi e turisti

Sono stati almeno in trentamila, molti venuti da ogni parte della Sicilia e dal resto dell’Italia ,gli spettatori che hanno assistito al concerto di fine anno in Piazza Duomo a Catania che ha visto protagonista la Grande Orchestra della Notte della Taranta e Carmen Consoli.
Una scommessa vinta quella dell’assessore Orazio Licandro e del sindaco Bianco , che dopo le polemiche dell’anno scorso sui costi della serata , hanno puntato sulla Taranta come espressione di un Sud che vuole tornare protagonista e la massima esponente femminile catanese della musica leggera italiana.
E’ stato un concerto di oltre due ore e mezza dove il sound e le ballate della Taranta si sono fuse in un mix perfetto con la voce della “cantatessa ” catanese.
Brava Carmen Consoli nel duetto con le voci dell’orchestra, e bravissima ad infiammare l’ultima notte dell’anno con la “A finestra” .
Il  pubblico ha dimostato di gradire questa inedita accoppiata, ballando e cantando per tutta la durata del concerto.
L’orchestra diretta da Carmen Consoli ha entusiasmato gli spettatori con i suoi ritmi indiavolati mentre sul grande palco le danzatrici “tarantolate” strappavano al pubblico applausi a scena aperta.
“Ballate – ha detto la Cantantessa – liberatevi, questa musica è un balsamo dell’anima”.
Ritmi trascinanti, dunque, quelli creati dagli artisti sul grande palco di piazza Duomo insieme a Carmen Consoli. Con la Cantantessa c’erano il direttore artistico Daniele Durante, che l’ha accompagnata in alcuni brani, i chitarristi Denis Marino e Massimo Roccaforte e i musicisti dell’Orchestra Popolare della Taranta: Nico Berardi (fiati), Roberto Chiga (tamburello), Roberto Gemma (Mantici), Gianluca Longo (mandola), Luigi Marra (violino), Michele Minerva (basso), Alessandro Monteduro (percussioni) e Attilio Turrisi (chitarra battente). A cantare sono stati invece Antonio Amato ( grande voce la sua…) , Ninfa Giannuzzi, Giancarlo Paglialunga, Enza Pagliara e Alessia Tondo e in scena c’erano anche le scatenate danzatrici salentine: Laura Boccadamo, Moira Cappilli, Anna Donadei e Stella Temperanza.
Di grande impatto anche il videomapping sul Palazzo degli elefanti, che ha riscosso molti consensi.
Allo scoccare della mezzanotte Carmen Consoli, Bianco e l’assessore alla Cultura Orazio Licandro hanno augurato buon anno ai catanesi brindando con loro dal palco.
Grazie all’efficace servizio delle Forze dell’Ordine tutto si è svolto senza incidenti, anche se gli agenti sono dovuti intervenire per calmare i fumi dell’alcol di qualche cittadino straniero che aveva alzato troppo il gomito.Numerose le bottglie di vetro lasciate per terra nonostante il divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro.

Lascia un commento