“Il Martirio della Festa”, l’ultimo lavoro di Fernando Adonia

Nella redazione catanese del quotidiano on line Live Sicilia è stato presentato da Fernando Massimo Adonia il suo  ultimo libro dal titolo “Il Martirio della Festa” (Edizione Novantacento) in vendita nelle edicole in allegato al mensile “Esse” .

Alla presentazione del libro erano presenti numerosi giornalisti , tra questi  il direttore del mensile Antonio Condorelli che ha evidenziato l’ottimo lavoro svolto nella stesura del libro da parte dell’autore:” E’ stato un lavoro certosino, coraggioso portato avanti da Fernando dove denuncia il malaffare presente nella festa”

 

Melania Tanteri (Giornalista Live Sicilia): “ La festa di S.Agata ha avuto sempre delle zone di ombra e nel libro l’autore mette in risalto il binomio festa-mafia raccontando la storia della festa e della città”

Fernando Massimo Adonia ( Autore del libro) :”Questo libro nasce da un’intuizione di un immagine suggerita da   una fotografa durante  un incontro del comitato per la legalità.Io mi resi conto che qualcosa stava cambiando nella festa di S.Agata.Il libro, ha una struttura di tesi universitaria  analizzando gli atti dei processi per la morte del devoto Calì e le infiltrazioni mafiose”.

 

Per Laura Distefano occorre tornare all’abc del giornalista :” Bisogna semplicemente applicare le regole deontologiche del cronista, facendo  in modo scrupoloso il lavoro d’inchiesta basandoci solo su fonti attendibili. Raccontare fatti non sicuri produce del male alla città”.

Renato Camarda:” Da anni denunciamo  le infiltrazioni mafiose all’interno della festa .In questi giorni stiamo attenzionando la situazione di una associazione Agatina che sta causando qualche problema .Noi cercheremo di capire se tutto si svolge nel rispetto della legalità, ma saremo vigili sulla vicenda”

Sotto l’intervista all’autore del libro

 

Leave a Comment