Citta sporca per mancata reperibilità, D’Agata :”Azioni disciplinari”

“Azioni disciplinari dopo un’inchiesta interna”.
Le ha annunciate l’assessore all’Ecologia Rosario D’Agata dopo le numerose risposte negative degli autisti in reperibilità dei mezzi comunali. Il loro mancato impiego ha impedito di rimediare ai problemi verificatisi la notte scorsa nella raccolta porta a porta.
“Stamattina alcune zone di Catania – ha detto D’Agata -, si sono svegliate sporche e la situazione è stata aggravata dal forte vento che ha spostato i contenitori con la plastica, raccolta appunto il venerdì. Abbiamo immediatamente cercato una soluzione telefonando al personale comunale in reperibilità, ma abbiamo avuto risposte negative, spesso con scuse banali. Ricordo che il fatto di essere di reperibilità viene pagato a parte. Per questo motivo abbiamo immediatamente avviato un monitoraggio sul lavoro dei dipendenti per accertare innanzitutto se siano giustificate o meno le assenze di ieri. Dopo l’inchiesta interna, valuteremo le azioni disciplinari anche nei confronti di chi, pur essendo di reperibilità, non si è presentato al lavoro: nessuno deve permettersi di far mancare un servizio pubblico ai cittadini”.
D’Agata ha spiegato che i problemi verificatisi la notte scorsa nella raccolta differenziata hanno comunque varie cause e tra queste la mancata proroga del noleggio di alcuni mezzi a causa anche dei ritardi legati a questioni burocratiche.
“Già da lunedì – ha detto l’Assessore – il nuovo direttore, Pietro Belfiore, dovrebbe far ripartire il servizio di noleggio. Vanno inoltre risolti alcuni problemi di personale e anche sul fronte della ditta che si occupa dello spazzamento e della raccolta dei rifiuti, visto che anche in questo settore si sono verificate delle criticità la notte scorsa. E poiché qualcosa di non chiaro sta avvenendo, stanotte, con il direttore Belfiore, accompagnerò i sorveglianti in un giro per la città per verificare di persona cosa avviene e riferire al sindaco Enzo Bianco”.

Related posts

Leave a Comment