Bianco a Cittainsieme su Tondo Gioeni, bilancio, Cocina e altro

Secondo confronto pubblico tra i candidati sindaco a Catania.Ieri sera è stata la volta dell’attuale sindaco EnzoBianco. L’incontro  si è svolto presso la sede dell’Associazione CittaInsieme, coordinato da Padre Salvatore Resca con il giornalista di Live Sicilia Antonio Condorelli  a fare  da moderatore.

La prima domanda, la stessa per tutti i candidati , è stata formulato da Padre Resca:” Dove prendete i soldi della campagna elettorale.Chi sono i vostri finanziatori?”.

Contributo degli assessori. La mia campagna elettorale è sostenuta economicamente da piccoli contributi in denaro.Ad oggi ho raccolto circa 17mila euro grazie al contributo dei miei assessori in carica.Alla fine renderò pubbliche a tutti le spese sostenute.C’e in giro un candidato di cui non faccio il nome che da due mesi ha riempito la città di manifesti spendendo oltre 100mila euro.

Arresti Fazio e Rosso. Sono stato io a denunciare alla procura della Repubblica quello che accadeva in quel settore.Per questa ragione ho sempre inviato le copie del bando sia alla Procura che all’Anac.

Telefonata Cocina . Ho solo chiesto di spostare due dipendenti che da oltre 15 anni erano nello stesso ufficio.Una rotazione naturale per evitare pericolose situazioni.Il sindaco ha pure ricordato il licenziamento dell’Architetto Li Destri.

Ponte Gioeni.  Ho dovuto abbattere il ponte perché era pericolante.Ci sono molti pareri, tra i quali  le decisioni dell’amministrazione Scapagnini prima e Stancanelli poi e anche una lettera dell’allora assessore Sebastiano Arcidiacono dove si evinceva la volontà di abbatterlo.Non avevo scelta perché in caso di terremoto e crollo del ponte ci  sarebbero stati gravissimi problemi alla viabilità con il blocco della circonvallazione. Ripeto non avevo scelta anche perché mi sarei assunto delle responsabilità penali molto gravi.Vi ricordo cosa è accaduto al sindaco di Rigopiano che si trova in galera per non aver demolito l’hotel oggetto della tragedia.

Conti in ordine . Quando mi sono insediato ho trovato una situazione debitoria molto pesante.Se fossi stato un  irresponsabile avrei chiesto il “defaut” ,ma sarebbe stato un dramma per la città e per i fornitori .Abbiamo lavorato sodo nel risanamento dei conti.A giorni risponderemo a tutte le rilevanze fatte dalla Corte dei Conti.

Mai indagato. Ad oggi non ho mai ricevuto nessuno avviso di garanzia e di non essere mai stato sottoposto ad indagini.

Piano regolatore metropolitano. E’ chiaro che Catania ha bisogno di un piano regolatore generale ; ma questo deve essere concepito in modo più ampio coinvolgendo anche i paese limitrofi.

In breve su Corso Martiri della Liberta, dopo tanti anni finalmente sono iniziati i lavori.Lungomare liberato : è stata una iniziativa molto apprezzata dai cittadini e non c’e stata la desertificazioni commerciale; anzi hanno aperto quattro nuovi bar. Turismo in crescita :” Abbiamo moltiplicato il numero di biglietti venduti per ingresso ai musei.Catania è una delle poche città che ha sempre i musei aperti nei giorni festivi e spesso anche di notte.Il Museo Egizio aprirà a breve :” Abbiamo firmato tutti i documenti con la direzione di Torino e presto partirà l’allestimento dei locali di via Crociferi.Ospedale San Marco :” Per l’apertura siamo in dirittura di arrivo, ma non dipende da noi”

In conclusione il sindaco ha risposto alle domande di alcuni cittadini su illuminazione delle strade, bivacco in Corso Sicilia, futuro per i dipendenti dell’Asec Trade e concorso per assunzioni di  Vigili Urbani.

https://i2.wp.com/www.lasicilia24ore.it/wp-content/uploads/2018/05/bianco-cittainsieme.jpg?fit=640%2C478&ssl=1

0 thoughts on “Bianco a Cittainsieme su Tondo Gioeni, bilancio, Cocina e altro”

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *