Lasicilia24ore

Solidarietà e crowdfunding, Siracusa a sostegno del “corto” sull’Alzheimer

in No Comment
Comunicati Stampa https://i2.wp.com/www.lasicilia24ore.it/wp-content/uploads/2019/08/cuore-non-mente-1.jpg?fit=577%2C318&ssl=1 https://i2.wp.com/www.lasicilia24ore.it/wp-content/uploads/2019/08/cuore-non-mente-1.jpg?resize=150%2C150&ssl=1 Lasicilia24ore 0 https://www.lasicilia24ore.it/2019/08/29/solidarieta-e-crowdfunding-siracusa-a-sostegno-del-corto-sullalzheimer/#respond
383


CROWDFUNDING, «CUORE NON MENTE» CONTAGIA SIRACUSA
LOTTERIA DI BENEFICENZA A SOSTEGNO DEL “CORTO” SULL’ALZHEIMER

L’obiettivo da raggiungere: 5mila euro di donazioni dal basso

SIRACUSA – “Cuore NON Mente”, anche d’estate: il progetto di sensibilizzazione sull’Alzheimer – on line sulla piattaforma siciliana di crowdfunding Laboriusa.it – è nel vivo della raccolta fondi solidale, che consentirà agli alunni dell’Istituto comprensivo “Salvatore Raiti” di Siracusa di realizzare un cortometraggio su una patologia purtroppo sempre più diffusa. Un viaggio che racconta, non la malattia in senso stretto, ma il suo contesto e l’impegno delle famiglie per assistere i propri cari, allo scopo di far conoscere un percorso di vita scandito da sofferenza sì, ma soprattutto da amore e conforto.

L’obiettivo del crowdfunding è raggiungere 5mila euro di donazioni, al fine di sostenere le spese necessarie per le attrezzature di ripresa e regia del cortometraggio. Un traguardo sempre più vicino grazie ai sostenitori “dal basso”, all’attivismo della #gentelaboriusa, e alla campagna d’informazione sul progetto che ha portato a una recente collaborazione con il Centro Alzheimer di Siracusa.

“Cuore NON Mente” sta infatti suscitando nel territorio grande interesse, stimolando anche iniziative collaterali: da settembre sarà avviato un ciclo di presentazioni e incontri divulgativi nelle scuole, insieme alle associazioni di volontariato e di attivismo civico.Inoltre, chi sceglierà di sostenere il progetto avrà la possibilità di partecipare alla lotteria ideata per ringraziare simbolicamente tutti coloro che prendono parte alla raccolta fondi: in occasione della chiusura del crowdfunding – prevista il 31 ottobre 2019 – verrà estratto a sorte uno scooter in palio.

Tra le patologie più diffuse in Italia, soprattutto nella terza età, l’Alzheimer colpisce anche il legame della persona con i propri affetti, dunque è importante per il malato avere un’assistenza familiare capace di stimolare la sua mente per tenerla ancorata al vissuto e al presente. Sarà questo il vero cuore del racconto degli studenti siracusani, restituendo così alle giovani generazioni una maggiore consapevolezza del problema.

Per sostenere il progetto:

  1. Collegarsi a www.laboriusa.it;
  2. Effettuare login tramite i social o iscriversi alla piattaforma compilando i dati richiesti;
  3. Scegliere la somma da destinare e la modalità di pagamento;
  4. Condividere la propria donazione sui social;
  5. Laboriusa invierà agli utenti una ricevuta di pagamento e la “ricompensa” simbolica che l’Istituto Raiti metterà a disposizione per i donatori.
https://i2.wp.com/www.lasicilia24ore.it/wp-content/uploads/2019/08/cuore-non-mente-1.jpg?fit=577%2C318&ssl=1