Buoni spesa ,ritardo firma digitale, M5s presenta interrogazione

Redazione

Catania, 29 aprile 2020 – Finalmente il sindaco Pogliese ha sottoscritto digitalmente l’atto di adesione al provvedimento del governo regionale che aveva destinato la somma di 1.869.504 euro al Comune di Catania per i buoni spesa a sostegno dei nuclei familiari bisognosi.

La firma è arrivata soltanto il 27 aprile, in ritardo e quasi in contemporanea con l’interrogazione del gruppo consiliare del M5s (protocollata la mattina dello stesso giorno), prima firmataria Lidia Adorno, in cui si chiedeva a Pogliese di sottoscrivere urgentemente la nota per consentire ai cittadini indigenti di acquistare generi alimentari e beni di prima necessità.

“E’ grave che i cittadini catanesi non abbiano potuto usufruire prima dei buoni spesa, a differenza di quanto sta già accadendo in ben 274 comuni siciliani, che evidentemente hanno agito con migliore tempestività e capacità amministrativa. I cittadini, oggi in estrema difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, avrebbero avuto bisogno in tempi più rapidi dell’aiuto messo a disposizione dalla Regione Siciliana. L’atto di adesione era un documento formale, che andava semplicemente sottoscritto con firma digitale e restituito alla stessa Regione, e il ritardo dell’Amministrazione è imperdonabile” commenta Adorno.

Lascia un commento

Next Post

Disabili,scomparsa Francesco Lo Trovato.Il dolore della Ugl

Sulla notizia della scomparsa dell’ingegner Francesco Lo Trovato, fondatore ed anima del Csr Aias che ha sede a Viagrande in provincia di Catania ed in varie provincie siciliane, si registra l’intervento della Ugl con il segretario territoriale catanese Giovanni Musumeci, il segretario regionale della federazione Ugl sanità, Carmelo Urzì, ed […]